Blockchain: Cos’è e come funziona [Esempi pratici di utilizzo]

La parola Blockchain ha oramai invaso ogni aspetto della nostra vita, non è solo un registro decentralizzato che ha a che fare con le criptovalute ma è destinata a migliorare l’efficienza e la sicurezza delle società di approvvigionamento in tutti i settori.

In questa guida vogliamo spiegare cos’è la Blockchain, a che serve, come funziona e quali saranno le sue applicazioni future.

Anche se le criptovalute e in particolare il Bitcoin sono gli esempi più eclatanti di applicazione della Blockchain, in realtà il suo concetto è talmente rivoluzionario che ancora non siamo in grado di comprenderne tutte le implicazioni.

Sostanzialmente questo elenco distribuito: Registra e protegge le transazioni condivise tra più parti. Permette di evitare l’uso di intermediari e certifica gli eventi, mettendoli in successione in maniera inalterabile.

Ma soprattutto permette alle criptovalute di essere acquistate, vendute, trasferite e negoziate tramite Broker come eToro, del quale parleremo meglio in un paragrafo apposito.

Cos’è la Blockchain ?

La Blockchain è un registro pubblico distribuito e condiviso tra vari nodi, che non sono altro che dei computer in rete.

In sostanza è un database e non differisce molto dalla struttura di un DB classico, contiene informazioni ma a differenza dei database finora utilizzati, non è alterabile nel tempo.

Le informazioni vengono memorizzate elettronicamente e una volta confermate dai nodi (o dalla maggioranza di essi) non possono più essere modificate.

La nascita di questo registro distribuito viene attribuita al leggendario Satoshi Nakamoto, l’inventore del Bitcoin, la prima criptovaluta riconosciuta ufficialmente.

L’invenzione risale al 2008, quando questo registro viene usato per la prima volta per confermare la prima transazione in Bitcoin, senza la necessità di un intermediario, un notaio, una terza parte a fare da garante nella transazione.

In realtà la differenza principale fra un database classico e una Blockchain è che quest’ultima è suddivisa in blocchi, che contengono una serie di informazioni.

Questi blocchi hanno una determinata capacità e una volta “riempiti” vengono chiusi e collegati al blocco precedente, utilizzando la crittografia.

La catena di blocchi forma una struttura sequenziale inalterabile identificata da un valore temporale inequivocabile.

La distribuzione di questo registro non permette di modificare una singola copia della Blockchain, presente in un particolare nodo, perché non corrisponderebbe più a tutte le altre e verrebbe quindi resa ininfluente.

Blockchain e criptovalute

Le criptovalute sono diventate così popolari proprio grazie alla Blockchain, che ha contribuito a renderle sicure e affidabili.

In realtà non tutte le criptovalute hanno lo stesso livello di sicurezza, perché esistono diverse tipologie di Blockchain, che differiscono in base a come vengono confermati i blocchi.

La prima Blockchain, quella del Bitcoin è rimasta quasi inalterata fin dalla sua creazione ed è stata utilizzata come base per realizzarne delle altre e risolvere alcuni dei difetti di questa prima catena a blocchi, come la scalabilità.

Questo limite, che non permette di eseguire transazioni immediate con la Blockchain Bitcoin, non ha però frenato la sua ascesa come criptovaluta leader di mercato.

Perciò se vi interessa investire in Bitcoin o in altre criptovalute, perché credete in questa nuova tecnologia e volete speculare sulle variazioni di prezzo tipiche di queste monete digitali, vi proponiamo alcuni Broker regolamentati, che permettono di negoziare criptovalute:

Piattaforma: Metatrader 5
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Analisi di Mercato
  • Webinar Settimanali
  • Azioni Real Stock
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xStation
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Corso Trading Gratuito
  • Conto Remunerato
  • Oltre 1.500 Asset
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: Proprietaria
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma:
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    74.90% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    Fra questi Broker CFD ne abbiamo scelti 3 che per offerta e piattaforme di trading, rappresentano le migliori opzioni di investimento sul mercato: eToro , Libertex e Trade.com.

    eToro

    eToro è un Broker online di risonanza mondiale, che ha convinto oltre 20 milioni di utenti ad iscriversi alla sua piattaforma di trading.

    Su questo intermediario potete sia comprare criptovalute in maniera diretta (come sugli exchange) che negoziarle con i CFD, utilizzando la leva finanziaria.

    L’acquisto diretto delle criptovalute è una transazione registrata su Blockchain, mentre l’uso dei derivati non passa attraverso il famoso registro distribuito.

    La piattaforma di trading è un software molto efficiente e facile da usare, che ha contribuito a rendere eToro il leader del settore.

    Come si fa a comprare criptovalute su eToro ? Ecco i 3 passaggi da seguire:

    1. Registratevi su eToro
    2. Accedete al conto reale versando almeno 50€
    3. Selezionate la criptovaluta che vi interessa e cliccate su “investi”

    Registrati gratis su eToro cliccando qui

    Se volete copiare ciò che fanno i trader più esperti di voi, il Copy Trading vi permette di farlo in maniera molto intuitiva. Potete scegliere i trader che preferite e con un click il sistema ricopierà tutte le loro operazioni sul vostro conto.

    Così otterrete gli stessi rendimenti (in base all’investimento fatto) dei trader scelti. Ecco qualche esempio:

    trader etoro crypto

    I risultati passati non sono garanzia di rendimenti futuri.

    Clicca qui e scegli quali trader copiare

    Libertex

    Libertex è un Broker molto longevo, che è sul mercato da oltre 20 anni e si sta facendo notare recentemente proprio per la sua ampia offerta di criptovalute.

    Parliamo di un Broker regolamentato e provvisto di svariate licenze, prima fra tutte quella della CySEC, una della più rigorose in Europa.

    Oltre alle criptovalute, su Libertex potete negoziare azioni, forex, materie prime, indici, ecc. tramite i CFD.

    Le piattaforme di trading messe a disposizione degli investitori sono la WebTrader e la MetaTrader.

    Come si fa a comprare criptovalute su Libertex? Seguite questi 4 step:

    1. Registratevi su Libertex
    2. Accedete al conto reale depositando almeno 100 euro
    3. Scegliete la piattaforma che preferite
    4. Selezionate la crypto che vi interessa e cliccate su Compra o su Vendi

    Registrati gratis su Libertex con questo link

    Trade.com

    Trade.com è un Broker molto popolare sia in Italia che in altri paesi, provvisto di svariate licenze di prestigio, come ad esempio quella rilasciata dalla nostra CONSOB.

    Le criptovalute disponibili su questo Broker sono in costante aggiornamento e tramite i CFD potrete negoziare anche in azioni, indici, materie prime, forex, ecc.

    Per andare incontro alle esigenze di tutti, Trade.com offre ben 3 piattaforme di trading:

    1. WebTrader
    2. MetaTrade 4
    3. MetaTrader 5

    Come si fa ad investire in criptovalute con Trade.com? Seguite questi 4 step:

    1. Registratevi su Trade.com
    2. Accedete al conto reale depositando almeno 100 euro
    3. Scegliete la piattaforma che preferite
    4. Selezionate la criptovaluta che volete negoziare e cliccate su Compra o su Vendi

    Registrati gratis su Trade.com con questo link

    Prima di iniziare ad investire in criptovalute, se volete capire quali strategie usare e in che modo conviene investire, vi consigliamo di scaricare subito il Corso di Trading sviluppato da questo Broker.

    Questo ebook getta le basi del trading e dell’analisi tecnica, con una particolare attenzione al mercato crypto. Potete scaricare questo pdf anche se non siete clienti di Trade.com, ecco il link ufficiale:

    Clicca qui e scarica gratis il Corso di Trading

    Blockchain Bitcoin

    Come abbiamo detto, la tecnologia Blockchain ha visto la sua prima applicazione nel mondo reale con l’avvento del Bitcoin, ma l’idea è antecedente e risale al 1991, quando dei ricercatori volevano sviluppare un sistema che rendesse inalterabili i documenti digitalizzati.

    Con il Bitcoin, questo registro decentralizzato è diventato realtà e ha permesso lo sviluppo di un intero settore, quello delle criptovalute.

    Ma la Blockchain non deve necessariamente trascrivere delle transazioni, può registrare qualsiasi dato e renderlo sequenziale e immutabile nel tempo.

    Gli sviluppi futuri sono molteplici e alcuni stanno già prendendo piede. Ci sono decine di migliaia di progetti nei campi più svariati, che integrano al loro interno la tecnologia del registro distribuito.

    Ovviamente il Bitcoin ha permesso di comprendere che può esistere una finanza totalmente decentralizzata e indipendente da banche e governi, ma in futuro, non sappiamo ancora a quali innovazioni porterà la Blockchain.

    Blockchain economia

    L’economia è stata stravolta dalla Blockchain, che rende di fatto inutili molti intermediari che si sono arricchiti solo per certificare una transazione, un atto di vendita e un contratto.

    Ma adesso, con la Finanza Decentralizzata e gli Smart Contract, gli intermediari sono sempre meno importanti e lasciano spazio alla tecnologia.

    La sicurezza, la scalabilità e la decentralizzazione sono i pilastri fondamentali della Blockchain che grazie alle firme digitali, crea degli identificatori univoci, in grado di tenere traccia di qualsiasi cosa.

    Nell’economia reale ad esempio si può tracciare una filiera, una catena di approvvigionamento, ridurre gli sprechi ed evitare gli ordini duplicati.

    Diventerebbe impossibile commettere frodi in moltissimi ambiti e le tempistiche con le quali si potrebbero ottenere finanziamenti sarebbero pressoché immediate.

    Efficienza della Blockchain

    Grazie a questo registro distribuito l’efficienza diventerebbe facile da ottenere, gli sprechi sarebbero del tutto assenti e si ridurrebbe anche molto l’uso di scartoffie, documenti, bolle di accompagnamento, ecc.

    Tutto potrebbe diventare digitale, trasparente, sempre visionabile inalterabile nel tempo.

    Il concetto è ancora difficile persino da comprendere ma i vantaggi sono sotto gli occhi di tutti.

    Attualmente stiamo vedendo il progredire di questa tecnologia soprattutto in ambito DeFi e crypto, ma in futuro, la Blockchain e le sue evoluzioni saranno gli standard utilizzati per registrare e certificare qualsiasi transazione, contratto o catena di approvvigionamento.

    Blockchain esempio pratico

    Anche se molti di voi saranno certamente più interessati alla Blockchain come registro che permette le transazioni sicure sulle criptovalute, questo database è molto più di questo e trova già delle applicazioni nel mondo reale.

    Queste applicazioni vanno ben al di là del motivo per cui il concetto di registro distribuito è stato realizzato da Satoshi Nakamoto, che sostanzialmente voleva una moneta sicura e libera da ogni interferenza bancaria e istituzionale.

    Quell’obiettivo è stato raggiunto e superato, ora abbiamo migliaia di criptovalute indipendenti dalla finanzia tradizionale, ma adesso questa tecnologia ha invaso altri settori, e vi facciamo degli esempi reali:

    • FedEx ha incorporato la Blockchain nella sua catena di custodia per migliorare la tracciabilità, fornire un registro affidabile e affrontare le controversie dei clienti. L’azienda è anche membro della Blockchain In Transport Alliance (BiTA).
    • DeBeers utilizza la tecnologia di tracciamento della Blockchain per monitorare l’origine e la progressione di ogni diamante naturale che estrae. Inoltre, l’app Tracker aiuta a rispondere alle preoccupazioni dei consumatori sull’approvvigionamento etico.
    • Walmart si sta interessando seriamente alla Blockchain e alla sperimentazione di più programmi basati su Hyperledger Fabric. Ad esempio, il gigante della vendita al dettaglio utilizza la catena a blocchi per tracciare le origini dei mango in America e la vendita di carne di maiale in Cina.

    La Blockchain sta diventando un catalizzatore per la trasformazione economica globale e siamo solo al principio.

    Questo database offre un controllo costante su ogni catena di approvvigionamento ed è probabile che in futuro diventerà lo standard assoluto, utilizzato in ogni settore.

    blockchain

    Conclusioni

    In definitiva la Blockchain è un database condiviso che memorizza le informazioni in blocchi, che una volta confermati diventano inalterabili grazie alla crittografia.

    I nuovi dati vengono inseriti in un blocco, una volta pieno viene aggiunto al blocco precedente in ordine cronologico, senza possibilità di manomissione.

    Sulla Blockchain possono essere memorizzate svariate informazioni, anche se questo database è nato per certificare le transazioni in Bitcoin.

    Nel caso delle criptovalute la Blockchain è decentralizzata, per aumentare la sicurezza ed evitare il controllo del registro da parte di un singolo individuo o gruppo.

    E’ proprio la sicurezza, la trasparenza e la decentralizzazione ad aver reso così popolare la Blockchain, che ha contribuito al successo del Bitcoin e all’ascesa del mercato crypto.

    Se volete investire in criptovalute in maniera sicura ed economica vi consigliamo di usare dei Broker come eToro , Libertex o Trade.com, sono la scelta ideale e permettono di iniziare anche in Demo, senza correre alcun rischio:

    FAQ

    Cos’è la Blockchain?

    La Blockchain è un registro condiviso e immutabile, basato sulla crittografia.

    Cosa si può fare con la Blockchain?

    Si possono certificare transazioni ma anche registrare qualsiasi catena di eventi in maniera inalterabile, senza bisogno di un ente terzo.

    Che tipi di Blockchain esistono?

    Ci sono Blockchain pubbliche, private e ibride a seconda della distribuzione del registro.

    Si può investire sulla Blockchain?

    Non direttamente ma si può investire in Bitcoin e altre criptovalute che si basano sulla Blockchain, utilizzando un Broker online come eToro.

    Clicca per votare questo articolo!
    [Voti: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.